Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Nuove regole sul rilascio dei passaporti individuali Il 25 novembre 2009 è entrato in vigore il decreto legge 135/2009 che introduce l’obbligo del passaporto individuale per i minori. Pertanto a partire da questa data i minori non possono più essere iscritti sul passaporto dei genitori. Le regole valgono solo per le nuove richieste. La nuova normativa ha anche elevato dai 10 ai 14 anni il limite di età per i minori che devono viaggiare accompagnati. La dichiarazione di accompagno deve essere vistata da una autorità competente al rilascio del passaporto. Il costo del passaporto rimane immutato.

Data:

30/11/2009


Nuove regole sul rilascio dei passaporti individuali Il 25 novembre 2009 è entrato in vigore il decreto legge 135/2009 che introduce l’obbligo del passaporto individuale per i minori. Pertanto a partire da questa data i minori non possono più essere iscritti sul passaporto dei genitori. Le regole valgono solo per le nuove richieste. La nuova normativa ha anche elevato dai 10 ai 14 anni il limite di età per i minori che devono viaggiare accompagnati. La dichiarazione di accompagno deve essere vistata da una autorità competente al rilascio del passaporto. Il costo del passaporto rimane immutato.
Il decreto legge 135/2009 recepisce il Regolamento europeo 444/2009 nato dall'esigenza di contrastare il fenomeno della sottrazione di bambini ai genitori affidatari, ma soprattutto l'attività criminale della tratta internazionale dei minori. In questo modo viene garantito una maggiore individualità e quindi più sicurezza per i minorenni che viaggiano. Quindi a partire dal 25 novembre 2009 i minori non possono più essere iscritti sul passaporto dei genitori (o tutori o altre persone delegate ad accompagnarli), ma devono possedere un proprio passaporto individuale.

Le nuove regole non riguardano i documenti rilasciati fino ad oggi, che rimarranno validi fino alla scadenza. Le iscrizioni dei figli già apposte sui passaporti dei genitori resteranno valide fino alla scadenza dei documenti sui quali sono riportate. Le richieste di iscrizione di figli minorenni sul passaporto dei genitori, presentate entro il 25 novembre, saranno evase secondo la disciplina ad oggi ancora in vigore entro i 30 giorni previsti dall’art. 8 della legge n.1185/1967, ossia al più tardi entro il prossimo 24 dicembre. Per le domande inviate per posta fa fede il timbro postale, mentre per le domande inviate tramite i corrispondenti consolari fa fede la data di presentazione della domanda.

Cambia anche la durata di validità dei nuovi documenti di espatrio per i minori che viene differenziata a seconda dell'età:
1. per i minori di età inferiore a 3 anni il passaporto vale 3 anni
2. per i minori dai 3 ai 18 anni il passaporto vale 5 anni

Si informa che la nuova normativa ha elevato dai 10 ai 14 anni il limite di età per i minori che devono viaggiare accompagnati da uno dei genitori o da chi ne fa le veci. Lo stesso vale nel caso che sia iscritto sul passaporto di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, oppure sia iscritto in una dichiarazione di accompagno sottoscritta dai genitori esercenti la potestà genitoriale ovvero dai tutori legali o dalle autorità minorili preposte da cui si evinca l’autorizzazione a viaggiare con una specifica persona, ente compagnia aerea etc. Tale dichiarazione deve essere vistata da una autorità competente al rilascio del passaporto.

Il costo del passaporto per i minori rimane immutato rispetto alla normativa vigente. € 44,66 per il passaporto valido per i Paesi dell’Unione Europea, più € 40,29 per ogni anno di validità internazionale.

Si fa presente che venendo a cadere la possibilità di iscrivere i figli sul passaporto dei genitori, per i genitori diventa più economico richiedere la carta d’identità (€ 5,16), la quale viene rilasciata sia dal Consolato che dal Comune italiano di iscrizione AIRE.

Si informa infine, che in base alla legge tedesca, i figli di coniugi stranieri, nati in Germania dopo il 1° gennaio 2000, ottengono anche la cittadinanza tedesca a condizione che almeno uno dei genitori sia stabilmente residente in Germania da almeno 8 anni. In questi casi i minori italiani nati in Germania sono cittadini italiani per discendenza da almeno un genitore italiano ed altresì cittadini tedeschi per nascita sul territorio tedesco e possono ottenere il documento d’identità e di viaggio tedesco (Kinderreisepass) che costa € 13 ed è rilasciato dal comune tedesco di residenza all’atto della domanda.

166